fbpx

Storie di mattarello n. 3 – Le botteghe

:

Nel corso della storia, l’evolversi delle botteghe e dei luoghi in cui acquistare generi alimentari è sempre stato costante. Quella del venditore ambulante, è la più antica forma di commercio, mentre le botteghe
dove si effettuava la vendita giornaliera degli alimenti esistevano già nella Roma antica. Con il declino economico dato dalla caduta dell’ Impero Romano, le botteghe scompaiono per poi rifiorire intorno al XIII
secolo e occupare uno spazio sempre più centrale nella vita dei cittadini: spacci associati a laboratori artigiani, come panifici, rosticcerie, pasticcerie, spezierie e macellerie…. Ma anche di pasta fresca come evince dalle seguenti testimonianze:
„La casa della pastaia: Nel 1316, il notaio Giacomo Nepitello di genova roga un atto di locazione della casa di Maria
Borgogno, la quale di mestiere „faciebat lasagnos”, cioé produceva lasagne.”
o
„Lasagnaro a Genova: Nel 1329, in un atto notarilo genovese si nomina un tale „Gualterius Lasagnarius”, abitante nella
contrada del Prione di Genova.”
o
„La lasagnaia di Firenze: Nel XIV secolo Donatello Velluti (1313-1370), statista fiorentino, nella sua Cronica Domestica,
parla di un tale che „fu figliolo di una fornaia, ovvero lasagnaia”. La donna era di origine siciliana, ma viveva a Firenze
dove gestiva la propria bottega.”

Testimonianze dal Museo della Pasta di Collecchio (PR).
L’associazione di più botteghe in un percorso coperto, culminerà nell’ Ottocento con la nascita del negozio cittadino moderno: chiuso e dotato di vetrine ampie e luminose con vista dall’ esterno della merce esposta.
Quando poi, verso la metà degli anni Ottanta, anche nei nostri paesi cominciarono ad apparire i centri commerciali o ipermercati, le nostre abitudini vennero sconvolte. Fino ad allora ogni esercizio aveva la sua
prerogativa: chi le stoffe, chi il cotone, chi il pane, chi il companatico, ognuno con la propria merce specifica.
Un apparato commerciale molto semplice caratterizzato da una bella familiarità tra clienti e negozianti. Nella grande distribuzione si può trovare di tutto e di più ma non certo il calore umano. Forse mai come oggi è
importante sottolineare il valore sociale delle botteghe, una chiassosa rete di luoghi di incontri, chiacchiere e scambi che rende vive le nostre città.
Speriamo di rivedervi presto!

:

Consegna a domicilio

Modulo Ordine "Consegna a domicilio"

Vuoi farti consegnare la pasta fresca di Sfoglia Rina a casa?

Compila online il nostro modulo oppure chiama in negozio BO 0519911710 e CAS 0516135389.
All'evasione dell'ordine in negozio, ti chiameremo per dare conferma del costo e del giorno di consegna.

Consegne sul territorio di Bologna, Casalecchio e Zola Predosa.

Consegne gratuite sopra 70 € di spesa, per ordini inferiori verrà richiesto un contributo di 5 €.

Se non hai idee di qual è la quantità che fa al caso tuo, scrivici in quanti siete e faremo noi il calcolo.

BolognaCasalecchio di RenoZola Predosa

Pasta Tradizionale

€/kg

Tortellini

36

Tortelloni ricotta e prezzemolo

24

Balanzoni

25,5

Tagliatelle

16

Gramigna verde

12

Gnocchi di patate

14

Lasagne

19

Seleziona le porzioni di lasagna
da 2 persone

da 4 persone

da 6 persone

Pasta Stagionale

€/kg

Tortelli di bufala

29

Mezzelune agli asparagi

30

Cappelli del prete ripieni di melanzane (vegano)

27

Cappelletti di salsiccia e carciofi

30

Lasagne alle tre verdure

20

Seleziona le porzioni di lasagna
da 2 persone

da 4 persone

da 6 persone

Condimenti

€/kg

Zabaione di parmigiano

17

Ragù Bologna

18

Ragù salsiccia

16

Crema di pecorino

17

Pomodoro e basilico

16

Brodo (in bottiglie da 1 litro)

8,5

Dolci

€/kg

Tenerina

22

Ciambella classica

16

Torta di mele

20

Torta di riso

20

Biscotti

16-18

Seleziona la tipologia di biscotti
Ciambelline semplici

16

Girelle cioccolato

16

Raviole mostarda

18

Cestine albicocca

18

Cookies nocciole

18